Portale Italiano tutto dedicato alla Cannabis e alla Canapa Indiana.

Come coltivare cannabis indoor

cannabis in casa

Quando si parla di coltivare moltissima Cannabis Indoor, bisogna sapere che c’è molta differenza tra coltivarne un po ‘nel proprio armadio e coltivarne moltissima in casa, ma vediamo come fare nel dettaglio. Se sei un coltivatore esperto di Cannabis o solo un principiante, saprai comunque che la marijuana è un argomento molto delicato.
A differenza di altre piante, esistono una serie di regole molto importanti che si devono applicare durante la coltivazione. Naturalmente, oltre a questo, ci sono molte cose che devi sapere sulle piante in generale prima di decidere di coltivarle in grandi quantità. Naturalmente, per coltivazione di Cannabis in grandi quantità si intende la coltivazione Indoor di cannabis legale.

Coltivazione Indoor

Chi ha scelto di coltivare indoor la propria cannabis, deve assicurarsi che la stanza sia adeguatamente ventilata. Alcuni tipi di marijuana hanno un odore piuttosto forte. Per questo motivo, l’odore potrebbe infastidire. Quando si tratta di coltivare cannabis, l’investimento iniziale potrebbe rivelarsi troppo alto per alcuni coltivatori. Oltre a trovare semi di altissima qualità, bisogna procurarsi delle lampade led per coltivazione cannabis indoor. Inoltre, tieni presente che ogni varietà di cannabis ha caratteristiche specifiche. Se stai pensando ad utilizzare semi economici, potrebbe portare a risultati insoddisfacenti.
Bisogna ottenere semi da un’azienda rispettabile con una buona esperienza in modo da sapere quanto CBD avrà la tua cannabis e quanto THC avremo per rimanere a norma di legge . Inoltre, saprai esattamente quanto tempo impiegheranno le tue piante a maturare e quando potrai raccogliere.

Coltivare marijuana per la prima volta, di solito ci si aspetta grandi risultati e raccolti sorprendenti. Purtroppo, questo può portare ad un uso eccessivo di fertilizzanti, luce e acqua. Con la fretta, molte cose possono andare storte, soprattutto quando si lavora con le piante.
Bisogna fare un po ‘di esperienza prima di poter ottenere ottimi risultati. Fino ad allora, bisogna essere pazienti e seguire le istruzioni di chi se ne intende.

cannabis indoor

Consigli ed errori comuni nella coltivazione della Cannabis Indoor

La sovralimentazione è un errore molto comune nella coltivazione della cannabis Indoor che di solito accade per inesperienza . Bisogna stare attenti al contenuto dei fertilizzanti perché le piante richiedono quantità diverse di nutrimento durante le diverse fasi di crescita. Un’altra cosa degna di nota è che il fertilizzante organico è sempre la scelta migliore.
Il terreno deve essere leggermente umido, non inzuppato. L’acqua naturale è molto miglio per il progresso delle piante. Puoi anche ottenere un buon sistema di drenaggio che regolerà l’acqua. Fondamentalmente, devi innaffiare le piante non appena noti che il terreno è diventato asciutto.

L’illuminazione è un’altra cosa che può rappresentare un problema se on si riesce a mantenere le tue piante alla giusta distanza evitando di far seccare le piante. Analogamente ad altre cose, la soluzione naturale è l’opzione migliore ma puoi anche andare con luci artificiali come i LED.
Non tutti hanno il lusso di abitare in un grande appartamento con una grande area dedicata alla coltivazione della cannabis in casa. Ma, anche se tutto ciò che hai è lo spazio all’interno di un armadio, tutto quello di cui hai bisogno è una tenda da coltivazione o un grow box.
Una coltivazione indoor di successo significa anche che non solo dai alle tue piante molta luce, ma le tieni anche vicino alla luce. Questo è molto importante perché la luce deve raggiungere sia i boccioli che le foglie .

Preparare una camera per la coltivazione di Cannabis Indoor

Per coltivare la cannabis indoor a casa propria, serve dello spazio. Un sistema più efficiente quando si dispone di una grow room perfettamente allestita. La grow room è dove si svolge l’intero ciclo di vita delle tue piante di cannabis. Per intero ciclo, si intende dalla germinazione e crescita precoce, fino alla vegetazione e alla fioritura. Il successo di una buona coltivazione di cannabis dipende in gran parte proprio dalla grow room.
Sebbene ci siano molti modelli esistenti sul mercato, si può facilmente costruirne una se abbiamo abbastanza spazio. Lo spazio e le dimensioni della grow room possono essere determinati in base a ciò che è disponibile, alla quantità di cannabis che si desidera coltivare e alle varietà.

Decidere dove installare la propria grow room è importante poiché deve essere una priorità assoluta. È anche importante decidere dove piazzarla per avere una posizione di controllo migliore in modo da poter controllare facilmente la coltivazione.
Le soffitte e le cantine sono una buona scelta ma questo non significa che non puoi coltivare cannabis in un appartamento. Una stima sicura è di circa quattro piante per metro quadrato. Se invece disponiamo di un piccolo appartamento, possiamo scegliere di utilizzare un armadietto che è un eccellente posizione.
Gli armadietti sono buoni per produrre cannabis adeguata per il consumo medico. Assicurati solo che l’armadio o il pensile che scegli ti permetta anche di avere abbastanza spazio per lavorare e muoverti.