Herpes: Si può curare con la Cannabis?

L’Herpes è uno dei tipi più comuni di malattie trasmissibili ma non solo. Scopriamo in questo articolo se questo virus si può curare con la Cannabis. Una ricerca su questa malattia stima che una persona su sei di età compresa tra i quattordici e i 49 anni abbia preso questo virus.

Esistono due tipi di virus dell’herpes: l’herpes orale, caratterizzato da vesciche e piaghe intorno alla bocca, e l’herpes causato dal virus HSV-1. Non è necessario avere rapporti sessuali per contrarre il virus HSV-1 in quanto può essere trovato in molti bambini. È possibile che una persona abbia entrambi i tipi di virus nel corpo.

Sintomi dell’herpes e cause

Per alcune persone, i sintomi dell’herpes si possono manifestare in piaghe in svariate parti del corpo. Possono anche non manifestarsi subito, ma addirittura rimanere latenti per anni. Quindi, non sospetteremo mai di avere l’herpes fino a quando non si verifica.

Herpes
Herpes

Durante il primo anno di infezione, i focolai di herpes di solito si verificano ripetutamente, ma in seguito sarà meno frequente anche se le ferite possono durare per diversi giorni. Possono causare dolore e disagio molto significativi. Alcuni fattori possono anche scatenare episodi piuttosto gravi di questa infezione.

Può succedere di prendere l’herpes anche dopo aver passato un periodo di forte stress, non dormendo a sufficienza, esposizione alla luce solare, cambiamenti ormonali o anche per via delle mestruazioni o per un sistema immunitario molto indebolito.

Non c’è una cura vera e propria per l’herpes. il virus vive nel corpo umano praticamente per sempre. Esistono farmaci topici e orali che possono ridurre la frequenza dei focolai, ma non eliminano completamente il virus. Quando una persone ha l’herpes, di solito si pensa che sia stat con una persona che ha l’herpes, ma non è sempre così.

Le piaghe sono estremamente contagiose, quindi, può essere difficile affrontare il problema con il partner.

La cannabis può sopprimere il virus dell’herpes?

Tra i numerosi cannabinoidi presenti nella cannabis, il THC può dare grandi speranze alle persone che vivono con il virus dell’herpes. Gli studi dimostrano che il THC può modulare le funzioni dei linfociti T per dare una risposta immunitaria per sopprimere e ridurre i focolai.

Leggi anche:
Cannabis sativa

Quando il THC è presente nel corpo di una persona che ha l’herpes, può anche essere efficace nel ridurre la gravità dell’epidemia. Un altro studio condotto quindici anni fa, ha scoperto che piccole dosi di THC erano efficaci nell’inibire il virus nelle colture di tessuti e nella prevenzione della replicazione del virus.

Esistono molti casi di prove in cui persone segnalano una significativa diminuzione del dolore e dell’epidemia dopo aver iniziato a fumare cannabis.

La cannabis può ridurre la nevralgia post-erpetica?

Il virus dell’herpes può anche causare nevralgie in alcune persone. La nevralgia è caratterizzata da dolore cronico in qualsiasi parte del corpo in cui sono presenti i nervi. La nevralgia post-erpetica si verifica perché il virus dell’herpes irrita le vie nervose e i nervi. Può succedere ovunque nel corpo.

Il dolore causato dalla nevralgia post-erpetica può essere debilitante per alcune persone. Può essere descritto come una sensazione di bruciore, formicolio, intorpidimento o dolore lancinante. In alcuni caso, la nevralgia post-erpetica può durare fino a settimane o mesi e può anche essere terribilmente dolorosa.

I farmaci per l’herpes possono ridurre o affrontare la nevralgia post-erpetica. I risultati non sono coerenti e molti riferiscono di non provare alcun sollievo. La cannabis è stata a lungo usata per trattare il dolore cronico causato da diversi tipi di disordini.

Milioni di persone si stanno già orientando sulla cannabis per trattare molte condizioni dolorose, e ora è anche probabile che possa essere usato per ridurre il dolore associato alla nevralgia post-erpetica.

Ricerche scientifiche della Cannabis contro l’herpes

I ricercatori hanno voluto studiare l’impatto della cannabis vaporizzata nel trattamento del dolore neuropatico. Hanno condotto uno studio su pazienti che hanno vaporizzato la cannabis con tre diversi livelli di contenuto di THC partendo da zero, 2,9% e 6,7%. I partecipanti sono stati osservati nel corso di otto ore.

Alla fine dello studio, i pazienti che hanno assunto dosaggi di cannabis da bassi a moderati livelli di THC hanno riportato una significativa risposta analgesica. I ricercatori hanno poi concluso che la cannabis è un trattamento promettente in determinate sindromi dolorose causate da lesioni o malattie del sistema nervoso.

Poiché la nevralgia post-erpetica è una condizione che colpisce i nervi e le vie nervose, coloro che soffrono di herpes possono chiedere ai medici autorizzati di prescrivere la marijuana medica per la gestione del dolore.

Altri articoli che ti potrebbero interessare: