Marijuana medica contro la depressione

Marijuana medica contro la depressione. Milioni di persone al mondo soffrono di depressione.

È una vera e propria malattia e può essere così debilitante che può diventare difficile alzarsi dal letto, andare al lavoro e persino interagire con i propri cari. In alcuni casi, la depressione può diventare così grave che i pazienti a volte pensano addirittura di ricorrere al suicidio. Molto spesso, a chi soffre di depressione vengono prescritti antidepressivi che si possono dimostrare poco effecaci.

La terapia è un’altro metodo per gestire la malattia, ma un psicologo non è esattamente alla portata di tutti in termini di costi. Poiché la medicina convenzionale non sempre ha successo nel trattamento della depressione, questo ha portato più persone a cercare altre alternative per affrontare la depressione.

Marijuana medica

Fortunatamente, la depressione è una delle principali condizioni che la cannabis è stata in grado di trattare. L’efficacia della cannabis nel trattamento dei disturbi dell’umore risale addirittura all’antichità quando l’uso della cannabis per la depressione fu suggerito per la prima volta in una pubblicazione dal titolo Anatomia della malinconia.

Grazie a centinaia di studi scientifici che analizzano gli effetti della cannabis sulla depressione, oggi sappiamo perché la marijuana medica è un antidoto così potente. Uno studio Americano ha esaminato la connessione tra alcuni disturbi, che variava dal dolore cronico al disturbo da stress post-traumatico.

Marijuana medica contro la depressione
Marijuana medica contro la depressione

I ricercatori hanno scoperto che quando le persone sono stressate a livello emotivo, producono meno endocannabinoidi o composti nel cervello che sono responsabili della regolazione dei nostri stati d’animo. Quando c’è meno produzione di endocannabinoidi nel cervello, succede quando le persone tendono a soffrire di più di ansia, depressione e stress.

La ricerca sulla Marijuana medica contro la depressione

In una ricerca sulla Marijuana medica contro la depressione, i ricercatori hanno usato dei ratti da laboratorio e li hanno esposti ad elevati livelli di stress. Gli sono stati somministrati cannabinoidi dalla cannabis per analizzare se i livelli di endocannabinoidi fossero cambiati.

La cannabis è stata utilizzata a causa delle elevate quantità di THC, che ha la stessa composizione chimica degli endocannabinoidi nel corpo e che è stato dimostrato che attivano il sistema endocannabinoide.

Usare composti derivati ​​dalla cannabis per ripristinare la normale funzione degli endocannabinoidi potrebbe potenzialmente aiutare a stabilizzare gli stati d’animo e per alleviare la depressione.

Il THC aumenta la serotonina

Uno studio ha scoperto che il THC sintetico è efficace come antidepressivo quando assunto a basse dosi. Questo ci porta a comprendere che le versioni sintetiche possono funzionare bene. Lo studio ha rilevato che basse dosi di THC sono efficaci nell’aumentare i livelli di serotonina. D’altra parte, l’assunzione di un’eccessiva quantità di THC può effettivamente esaurire la serotonina e può peggiorare i sintomi della depressione.

La serotonina è un importante neurotrasmettitore che è responsabile della regolazione del sonno, della libido e dell’appetito. La serotonina svolge anche un ruolo vitale nel sistema nervoso centrale perché comunica con altri recettori per svolgere numerose funzioni biologiche.

La comunità medica e scientifica è ancora molto incerta sul ruolo dei livelli di serotonina nella depressione, la maggior parte dei trattamenti farmaceutici utilizzati per combatterla sono focalizzati sull’aumento dei livelli di serotonina.

Nonostante ci siano ancora medici che prescrivono farmaci anti-ansia e anti-depressione, ci sono quelli nella comunità medica che concordano sul fatto che la cannabis può curare la depressione.

Studi medici

La marijuana medica può essere un trattamento efficace per la depressione e per altri disturbi dell’umore. Di seguito, riportiamo alcune esperienze di persone che hanno usato la marijuana medica con successo contro la depressione.

  • Un paziente che ha utilizzato la marijuana medica contro la depressione negli Stati Uniti ha dichiarato che l’alteramento dell’umore ha sicuramente influito positivamente sulla sua salute.
  • Un’altro paziente con sette anni di trattamenti clinici dichiara che l’uso appropriato della marijuana medica sono stati in grado di ridurre l’uso di altri farmaci.
  • In un articolo di quindici anni fa, viene riportato che numerosi pazienti hanno avuto miglioramenti e stabilizzazione significativi con il loro disturbo bipolare quando hanno utilizzato la marijuana medica.
  • La maggior parte dei pazienti bipolari sperimentano un miglioramento significativo nell’umore in generale.

La marijuana medica può trattare l’ansia che a volte è associata alla depressione. La cannabis aiuta contro l’insonnia che a volte è presente nella depressione e può migliorare l’appetito. Un migliore controllo del dolore con la cannabis può ridurre la depressione correlata al dolore cronico.

Anche se la marijuana medica non può ancora essere considerata un trattamento primario contro la depressione, può migliorare l’umore se usata sotto la supervisione del proprio medico di famiglia. Oggi, esistono dozzine di ceppi di cannabis che sono stati coltivati ​​soprattutto per combattere la depressione.

Questi ceppi possono essere utilizzati durante il giorno o in momenti specifici per aiutare emotivamente quando se ne ha più bisogno.

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

Vota questo articolo