Olio di CBD

Alcune persone affermano che il CBD è molto terapeutico, il Cannabidiolo elimina il dolore, migliora il sonno e potenzia il sistema immunitario.

L’olio di CBD è un derivato della cannabis o dalla pianta di canapa indiana. È legale, ma non è economico da comprare. In questo articolo vedremo che cos’è il CBD e se valgono tutti i soldi spesi per i prodotti a base di Cannabidiolo.

L’olio di CBD è molto noto nelle pubblicazioni alimentari e sui siti di settore. Ultimamente, l’olio di CBD è diventato noto per i suoi scopi medicinali da quando la marijuana medica è diventata legalizzata. L’industria della cannabis sta crescendo rapidamente, così come i prodotti a base di CBD.

Effetti benefici dell’olio di CBD

Il CBD è spesso consumato come integratore alimentare. L’olio che viene estratto con un solvente dalla pianta è una grande fonte di nutrimento e può essere tranquillamente consumato dagli adulti, dai bambini e anche come parte della loro dieta quotidiana. Gli studi hanno dimostrato che il CBD può aiutare contro l’ansia, contro i disturbi del sonno, la depressione, la nausea e le convulsioni solo per citare alcune condizioni mediche che può trattare.

Olio di CBD Enecta
Olio di CBD Enecta

In generale, il CBD può funzionare bene per le persone stressate e ansiose. L’olio di CBD sostanzialmente calma e rilassa la mente. Non si può negare che il CBD ha molteplici benefici per la salute, quindi è possibile capire perché l’olio di CBD è diventato così popolare. Offre sollievo dal dolore in maniera naturale, sia che si tratti di rigidità delle articolazioni che di dolore cronico.

È spesso usato per trattare l’infiammazione cronica. La pelle migliora in meno giorni, infatti, sono finiti i tempi in cui si utilizzavano diversi tipi di prodotti per la cura della pelle. Il CBD è in grado di stringere la trama della pelle e agisce anche come un agente anti-invecchiamento.

Leggi anche:
Glaucoma oculare

Tra gli altri effetti benefici, promuove un cuore sano. Alcune gocce di olio di CBD al giorno possono aiutare a tenere lontane le malattie cardiache. Gli studi hanno dimostrato che l’olio è in grado di dilatare le arterie e protegge i vasi sanguigni dai danni. Può anche ridurre la dimensione dei vasi sanguigni ostruiti e mantiene sotto controllo la pressione sanguigna.

Studi scientifici sugli effetti dell’olio di CBD

Recenti ricerche hanno scoperto che il sistema endocannabinoide non risponde solo agli endocannabinoidi prodotti nel corpo, ma risponde anche ai cannabinoidi esterni come il CBD. Il CBD interagisce con i recettori CB1 e CB2 presenti in tutto il corpo per produrre risultati potenzialmente positivi. Questi effetti positivi sono l’attivazione dei recettori TRPV1 che servono per controllare le funzioni come la temperatura corporea, l’infiammazione e la percezione del dolore.

Il CBD aumenta anche il livello di anandamide nel corpo comunemente chiamata “molecola della beatitudine”, poiché svolge un ruolo nella generazione neurale del piacere e della motivazione. Questo è il motivo per cui l’olio di CBD può essere utilizzato anche per migliorare l’umore.

Costo dell’olio di CBD

Determinati fattori e processi si aggiungono al costo dell’olio di CBD. Per capire se l’olio di CBD vale il suo costo, dobbiamo capire i fattori che contribuiscono al prodotto finale. Contribuiscono al prezzo finale la crescita della materia prima, il tipo di cannabis o la pianta di canapa indiana, i mezzi di agricoltura che ha i suoi costi, e l’importazione. Questi sono solo alcuni dei fattori principali che si aggiungono al prezzo totale.

Spesso, la cannabis deve essere importata da paesi in cui è legalmente coltivata e l’approvazione governativa e le spese di trasporto si aggiungono al costo. Un altro fattore importante è il costo dell’estrazione del CBD dalla pianta della cannabis o dalla canapa indiana, che fa parte dei costi di produzione.

Questo processo richiede manodopera, attrezzature e procedure complesse. Il prossimo passo è quello di purificare l’olio. Il costo della purificazione garantisce che le tossine vengano rimosse e quindi va testato l’olio che ne aumenta ulteriormente il costo totale. È importante ricordare che l’olio a basso costo di CBD spesso non è molto sicuro.

Questo perché non passa attraverso le adeguate procedure di purificazione e di sicurezza per risparmiare sui costi di produzione. Inoltre, ci possono essere anche oli che comprendono materie prime scadenti e addirittura non avere affatto l’olio di CBD tra i suoi ingredienti. Di seguito, qualche esempio di olio di CBD di ottima qualità:

Proprio come qualsiasi altro farmaco o integratore, è meglio cercare il parere di un medico curante prima di integrare l’olio di CBD all’interno del nostro regime di salute e di benessere. Detto questo, molte persone stanno cercando di acquistare l’olio di CBD perché è una valida alternativa ad altri farmaci.

Cannabidiolo (CBD) contro il dolore

Milioni di persone al mondo di età compresa tra i venti e i sessant’anni soffrono di frequenti dolori alla schiena. Il dolore persistente è di gran lunga uno dei sintomi più difficili da affrontare. È qui che entra in gioco il cannabidiolo (CBD). Alcune persone usano l’olio di CBD per curare il dolore cronico e perché ha alcune proprietà molto benefiche.

Vari studi hanno dimostrato che l’olio di CBD ha il potenziale per ridurre le infiammazioni, il dolore e il disagio in generale che è collegato a una varietà di diverse condizioni di salute. Il cannabidiolo è uno degli oltre centoventi composti noti come cannabinoidi che si trovano nella pianta della cannabis.

A differenza del tetraidrocannabinolo (THC), il CBD non ha effetti psicoattivi, il che significa che non ti farà “girare la testa”. Il CBD è una soluzione non additiva per il trattamento del dolore che le persone possono ingerire come una pillola, fumare o applicare come olio.

Uso e applicazioni dell’olio di CBD

L’olio di CBD si può consumare in diversi modi, come commestibile, in capsule, in gel e in altre soluzioni. Gli effetti antidolorifici e di rilassamento possono durare per ore. All’inizio, è sempre meglio iniziare con una dose bassa. Se non ottieni gli effetti desiderati e non sembra che stia facendo abbastanza per il corpo, puoi aumentare gradualmente il dosaggio fino a quando non funzionerà a dovere.

Comunemente, l’olio di CBD viene usato per contrastare gli effetti dell’artrite dei piedi, delle mani e delle ginocchia. Il dolore associato all’artrite deriva dalle articolazioni infiammate. Si pensa che il CBD riduca questa infiammazione attraverso la formazione di citochine nel corpo. Di conseguenza, rigidità e gonfiore si riducono e il malato sente meno dolore.

Altri effetti benefici dell’olio di CBD

L’olio di CBD ha anche effetti benefici per chi ha la sclerosi multipla. In alcuni casi, gli spasmi muscolari associati a questa malattia possono essere attenuati o eliminati attraverso l’uso di quest’olio. In definitiva, l’olio di CBD è pensato per ridurre il livello di spasticità che una persona prova. Diversi studi hanno scoperto che il CBD ha il potenziale per ridurre l’infiammazione e il dolore.

L’olio di CBD è pensato per combattere il dolore attraverso le sue proprietà analgesiche che sono fondamentalmente in tutti gli antidolorifici naturali. Il corpo umano ha un sistema noto come endocannabinoide (ECS) che è responsabile della regolazione di una varietà di funzioni tra cui l’appetito, il sonno, le risposte del sistema immunitario e, naturalmente, il dolore.

Il corpo produce naturalmente gli endocannabinoidi, che sono neurotrasmettitori che si legano ai recettori dei cannabinoidi presenti nel sistema nervoso. Gli studi hanno scoperto che il CBD ha il potenziale per ridurre il dolore cronico influenzando l’attività del recettore endocannabinoide che aiuta a ridurre l’infiammazione interagendo con i neurotrasmettitori.

Mentre non è completamente compreso come l’olio di CBD modula il dolore. I medici ritengono che inibisca gli impulsi del dolore nel raggiungere il cervello. In definitiva, i ricercatori credono che il CBD interagisca con i recettori del cervello e del sistema immunitario. I recettori sono piccole proteine ​​che si attaccano alle cellule e ricevono segnali chimici da diversi stimoli.

Questo crea effetti antidolorifici e antinfiammatori che aiutano nella gestione del dolore.

Effetti collaterali associati all’olio di CBD

Come ogni farmaco, ci sono alcuni effetti collaterali associati all’olio di CBD. Tuttavia, questi sono minori, soprattutto se confrontati con gli effetti avversi della prescrizione dei farmaci convenzionali. I più comuni comprendono alterazioni dell’appetito, stanchezza, cambiamenti di peso e diarrea.

Un’altra cosa da considerare è che potrebbero esserci degli effetti negativi quando l’olio di CBD viene usato insieme ad altri farmaci come per le terapie ormonali. È importante consultare il proprio medico prima di usare l’olio di CBD se si è già in terapia con altri farmaci.

Uno dei maggiori vantaggi dell’olio di CBD è che non sembra avere alcun effetto di tolleranza. A differenza di molti altri antidolorifici per i quali i pazienti sviluppano una tolleranza e talvolta addirittura diventano dipendenti, l’olio di CBD rimane coerente.

Altri articoli che ti potrebbero interessare: